Casteldidone

La prima volta che Casteldidone viene nominato nei documenti ufficiali risale all'anno 1010, quando la contessa Richilda, madre di Matilde di Canossa, compra delle "curtes" in "Castello Didoni". Le curtes potevano indicare sia intere borgate, sia quartieri.Ma da notizie pervenute si presume che il Castrum Didonis esistesse almeno dal tempo del longobardo, Re Liutprando (712-744), data la vicinanza con l'insediamento arimanneo della Pieve di Rivarolo, del quale vi è testimonianza da una lapide sepolcrale, e dalla quale Casteldidone dipendeva per la parte religiosa. Quindi Casteldidone sarebbe sorto come "oppidum, ossia baluardo fortificato" abitato solo da militari, mentre la popolazione civile era ristretta in un borgo poco distante. Ciò che al tempo del Feudalesimo era il Castello.

Storie  con le Ali

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Seleziona "Mostra contenuti" per visualizzare i contenuti e acconsentire alle impostazioni sui cookie di https://policies.google.com/privacy?hl=it. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la [politica sulla privacy] di Youtube (https://policies.google.com/privacy?hl=it). Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle [impostazioni sui cookie] in qualsiasi momento(/redirect-to-page/7a44287b-0361-471a-a07c-c82067e5fd54).

Mostra contenuti

C'era una volta il Coro Folk

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Seleziona "Mostra contenuti" per visualizzare i contenuti e acconsentire alle impostazioni sui cookie di https://policies.google.com/privacy?hl=it. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la [politica sulla privacy] di Youtube (https://policies.google.com/privacy?hl=it). Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle [impostazioni sui cookie] in qualsiasi momento(/redirect-to-page/7a44287b-0361-471a-a07c-c82067e5fd54).

Mostra contenuti